Seleziona una pagina

Il cicloturismo sorprende tutti: nel 2020 molti più italiani viaggeranno in bici rispetto al 2019

Saranno oltre 5 milioni in più i cicloturisti italiani che si metteranno in sella durante il 2020.

Il cicloturismo in Italia sarà più forte che mai. Legambiente e Isnart affermano che i connazionali che viaggeranno sulle due ruote raggiungeranno un volume mai visto nella storia del nostro Paese.

Dunque la tendenza che caratterizzerà il turismo di prossimità sarà all’insegna della mobilità, micro-mobilità e mobilità elettrica.

Lo scorso anno i cicloturisti sono stati circa 55 milioni, ovvero il 61% del turismo in Italia.

il-cicloturismo-in-ebike-in-romagna

Mediamente il cicloturista spende 75 € al giorno. Il cicloturista straniero, che quest’anno sarà impossibilitato a raggiungere il nostro Paese, rappresentava i due terzi degli arrivi legati al cicloturismo. Il pacchetto medio corrisponde a 7 notti, per un valore di circa 900 euro,  itinerante o a base fissa. Il peso del cicloturismo sulla domanda turistica complessiva arriva in alcune destinazioni italiane fino 15%-20% .

Il 2020 però rappresenterà una nuova prospettiva: il cicloturista Italiano non può andare all’estero, e fino a questo momento non si è potuto muovere. Ne consegue che avremo un grosso numero di nuovi arrivi, e le varie destinazioni turistiche saranno stimolate ad affrontare un accoglienza collegata a tutti i bisogni, attività ed esperienze richieste da questo target.

In più con il contributo di 500 € gli italiani avranno più bici. Si prospetta un considerevole aumento dei soggiorni autunnali, che rappresenterà tra le altre cose un grosso fattore di destagionalizzazione molto importante per le strutture ricettive.

il-cicloturismo-elettrico-in-emilia-romagna

Il cicloturismo diventa un veicolo importante per salvaguardare e sostenere la ripresa turistica della destinazione.

Grazie allo sviluppo capillare dei servizi legati all’E-bike tutti, compresi principianti e persone non abituate ad andare in bicicletta o a fare attività sportiva, potranno fruire dei tesori offerti dal territorio italiano, trovando alternative da fare alle attività classiche offerte dalle destinazioni, come ad esempio quelle balneari con la spiaggia, che quest’anno subirà un forte decremento del numero di accessi disponibili con le nuove regolamentazioni di sicurezza.

Vivere esperienze in totale sicurezza e salute, divertirsi insieme mantenendo il distanziamento: questo format è perfetto per adeguare una direzione verso una nuova normalità. Dopo tanto tempo reclusi nelle proprie case,  gli italiani hanno voglia di superare il disagio provocato dal coronavirus: uscire all’aria aperta, rigenerarsi in un totale senso di libertà dopo il cupo e lungo periodo di chiusura.

I ciclo-turisti dell’Emilia-Romagna prediligono destinazioni di prossimità, quindi si sposteranno probabilmente all’interno della regione stessa. Questo significa che la Romagna avrà tantissimi nuovi arrivi di ciclo-turisti che vivono nelle città adiacenti.

Nel 2020 verranno vendute oltre 2 milioni di bici. La bicicletta e l’ebike permettono outdoor experience che mantengono un naturale distanziamento fisico ed adattabilità e versatilità in contesti di qualsiasi tipo ed è particolarmente adatto ad un turismo di prossimità.

Vuoi acquistare una e-bike o noleggiarla per scoprire le fantastiche opportunità offerte dalla Romagna?

Contattaci al 3899277852 o via mail a info@emotion-bike.it

0 commenti

Invia un commento

Parla con noi