Il Borgo San Giuliano di Rimini, il colorato quartiere di pescatori ed artigiani
skip to Main Content
turista in ebike lungo le vie del borgo san giuliano di rimini

Il Borgo San Giuliano di Rimini, quartiere di pescatori ed artigiani

Il Borgo San Giuliano di Rimini è uno dei più antichi borghi della città, ex quartiere di pescatori che preserva ancora oggi il suo antico fascino.

 

Il borgo di San Giuliano di Rimini è un’altra perla della città, conosciuto ai più perché qui nacque Federico Fellini. Di questo luogo suggestivo, affascinano soprattutto i colori pastello, le atmosfere felliniane, i muri che ritraggono paesaggi e personaggi del quartiere.

Oggi è un luogo vivace, ricco di attività e ristoranti caratteristici. Un posto magico dove si ritrovano la storia e la natura, fatta di tradizioni e atmosfere marinare senza tempo.

Anche nei film di Federico Fellini si respira l’aria di questo quartiere speciale. E il borgo ricambia questo amore ogni giorno attraverso le pareti delle sue case, dove decorazioni e murales ritraggono alcune delle scene più belle dei film e della vita di Fellini e della vita del Borgo San Giuliano.

Scopri il Borgo San Giuliano con il tour di Rimini in E-bike!

il borgo san giuliano di rimini meta di tanti fotografi e appassionati

Storia del borgo

La storia del borgo è quella delle persone che ci vivono e lavorano, perché sono loro a custodirne racconti, ricordi e tradizioni.

Intorno all’anno 1000, con piccole abitazioni addossate le une alle altre, pescatori, marinai e artigiani iniziarono ad abitare il luogo dove ora sorge il borgo.

La parte più antica del quartiere è il complesso benedettino dedicato ai Santi Pietro e Paolo a cui si aggiunse, nella seconda metà del IX secolo, la Chiesa di San Giuliano Martire.

Nel 1400 sul lato mare venne eretta una cinta muraria di cui oggi si hanno solo i resti in via Madonna della Scala, insieme a una delle porte che consentiva l’ingresso al borgo, la Porta Gervasona.

Nel 1979 il comune di Rimini decide di bonificare l’area per consentire la costruzione di una nuova zona residenziale. Gli abitanti reagiscono a questa provocazione organizzando una grande festa, la Festa de’ Borg, per mostrare con orgoglio a tutti i concittadini la bellezza e le tradizioni di un borgo antico e marinaro. Il successo di tale festa, che ancora oggi si celebra, diede impulso alla ristrutturazione delle abitazioni. In questo momento iniziano anche a comparire i primi murales, con i personaggi e le scene di vita dei riminesi del borgo.

Negli anni ’90 arriva la notorietà, grazie anche a Federico Fellini. Nello stesso periodo nascono le prime attività di ristorazione che rendono il borgo un punto di riferimento della gastronomia locale. Ancora oggi si trovano alcuni tra i migliori locali riminesi dove sorseggiare aperitivi, mangiare street food o godere dell’atmosfera tipica nelle numerose osterie di carne e pesce.

Rispetto al resto della città, il borgo è sempre stato autonomo, anche a causa del Ponte di Tiberio che li separa. Questo ha contribuito a preservare intatta l’identità del quartiere e a formare quell’atmosfera magica e laboriosa che ancora oggi si respira.

Murales del borgo

La tradizione di decorare le case del borgo inizia grazie alla seconda edizione della Festa de’ borg, nel 1980. I disegni ritraevano scene di vita quotidiana degli abitanti e i paesaggi del porto e del mare. Ad esempio si possono trovare la lavandaia, gli anarchici, i suonatori e così via.

Quelli dipinti dagli anni ’90 in poi, invece, cambiano direzione: con la morte di Federico Fellini, la Festa de’ borg del 1994 venne interamente dedicata al regista. Alcuni pittori cominciano a ritrarre sui muri delle case del borgo scene e personaggi ispirati ai film di Fellini: la voce della luna, Roma, Gelsomina, il Titanic danno vita alle mura del borgo richiamando una suggestione di altri tempi.

Scopri il Borgo San Giuliano con il tour di Rimini in E-bike!

borgo san giuliano di rimini con turista in ebike

Back To Top